Filippo Marignoli Filippo Marignoli, foto di Mimì Gnoli, 1960 ca.
Filippo Marignoli nasce a Perugia nel 1926 e in Umbria inizia la sua formazione artistica. I suoi primi dipinti risalgono al 1952. Nel 1954 inizia la sua collaborazione con gli artisti del Gruppo di Spoleto. Nel 1956 colloca la sua ricerca pienamente nell’astratto e, un anno piùtardi, incomincia la sua collaborazione con la galleria L’Attico di Roma. Nel 1957 firma il contratto con L’Attico, ma lo stesso giorno invia una singolare lettera con la quale annuncia a Bruno Sargentini l’intenzione di viaggiare in America per un lungo periodo, pregandolo di voler sospendere gli impegni assunti, tradendo in tal modo la propria irrequietezza e il desiderio di partire. La collaborazione con la galleria di Sargentini inaugura comunque un ricco periodo di mostre personali e di gruppo in Italia e in Europa. Nel 1959 finalmente Marignoli si trasferirà a Maui nelle Hawaii, dove espone le sue opere, per poi trasferirsi a New York nel 1960, per due anni. Tornato in Italia nel 1963, passa un lungo periodo di isolamento. Nel 1970 riparte per le Hawaii dove espone nuovamente. Nel 1974 si trasferisce a Parigi e nel 1975 inaugura una personale alla galleria Jacques Massol. Successivamente, nel 1977, entra a far parte del gruppo di artisti della galleria Denise René, esponendo in personali e collettive. Nel 1978 èin contatto nuovamente con Bruno Sargentini e, nel 1979, inaugura una personale nella galleria Esse Arte di Roma. Partecipa con la galleria anche a numerose collettive. Nel 1984 le sue condizioni di salute gli impediscono di continuare a dipingere. Filippo Marignoli muore a Seattle nel gennaio 1995.

peliculas de comedia